I benefici della vitamina D

Hai una domanda per noi?

Compila il form, sarà nostra premura rispondere in tempi brevi

Protected by

Hai una domanda per noi?

Compila il form sara nostra premura risponderti in tempi brevi
Effettua una
donazione a sostegno
delle nostre attività
ALOMAR ODV Sede Legale: via Sidoli, 25 - 20129 Milano
C/C POSTALE Num: 52688207
Codice IBAN
IT 86 J030 6909 6061 0000 0113901

Dona il 5x1000 alla ricerca sulle malattie reumatiche
Codice fiscale 97047230152
Effettua ora una donazione on-line a sostegno di ALOMAR ODV

I benefici della vitamina D

Per molto tempo la vitamina D è stata associata soltanto alla fissazione del calcio nelle ossa, ma studi recenti dimostrano che è coinvolta in svariate funzioni dell’organismo e nella prevenzione di un gran numero di patologie.

Per molto tempo la vitamina D è stata associata soltanto alla fissazione del calcio nelle ossa, ma studi recenti dimostrano che è coinvolta in svariate funzioni dell’organismo e nella prevenzione di un gran numero di patologie. La vitamina D lavora in sinergia con altri fattori, come il magnesio.

1) Influenza: una ricerca pubblicata sul Cambridge Journal mette in relazione la carenza di vitamina D nei bambini con la predisposizione con le malattie respiratorie, mentre livelli adeguati di vitamina D ne riducono l’incidenza.
2) Debolezza muscolare
3) Psoriasi: un articolo pubblicato su UK PubMed segnala che analoghi sintetici della vitamina D si sono rivelati utili nel trattamento della psoriasi
4) Malattie renali croniche: i pazienti con forme avanzate di nefropatie croniche non sono in grado di produrre la forma attiva della vitamina D e, pertanto, necessitano di un’integrazione per sostenere il metabolismo del calcio e regolare i livelli di ormone paratiroideo.
5) Diabete: uno studio finlandese comparso su Lancet ha seguito per 31 anni 10366 bambini a cui era stata somministrata fin dai primi giorni di vita una supplementazione di vitamina D. Si è concluso che il rischio di diabete di tipo I era ridotto dell’80%
6) Asma: una ricerca condotta in Giappone dimostra che gli attacchi d’asma nei bambini in età scolare sono sensibilmente ridotti dall’integrazione con vitamina D
7) Malattia parodontale: la vitamina D aumenta la produzione di defensine e catelicidine, sostanze attive sull’infiammazione e sui batteri del cavo orale
8) Malattie cardiovascolari: uno studio dell’Università di Harvard ha dimostrato che donne con bassi livelli di vitamina D hanno un rischio maggiore di sviluppare un’ipertensione arteriosa
9) Schizofrenia e depressione: un adeguato apporto di vitamina D durante la gravidanza e la prima infanzia è necessario per lo sviluppo del cervello e delle sue funzioni.
10) Cancro: una ricerca della Georgetown University ha messo in luce una relazione tra un elevato apporto di vitamina D e una diminuzione del rischio di tumore al seno. I risultati presentati alla American Association for Cancer Research dimostrano una diminuzione del 75 % della crescita del tumore in generale e del 50% nella popolazione già colpita dalla malattia. Di particolare interesse è il dato che la vitamina D sembrerebbe in grado di controllare lo sviluppo e la crescita in particolare delle forme estrogeno-dipendenti.

Risulta quindi fondamentale avere adeguati livelli di vitamina D, grazie all’esposizione al sole o all’integrazione alimentare.

Fonte: http://www.naturalnews.com/035089_vitamin_D_deficiency_signs_symptoms.html#ixzz2GljMAD9F


TI POTREBBE INTERESSARE



ARCHIVIO ARTICOLI

LA NOSTRA RIVISTA

Scarica i numeri precedenti

MAX PISU

IL NOSTRO TESTIMONIAL
×

Hai una
domanda per noi?
Scrivici!