Facciamo il punto su malattie reumatologiche e Coronavirus con SIR

Hai una domanda per noi?

Compila il form, sarà nostra premura rispondere in tempi brevi

Hai una domanda per noi?

Compila il form sara nostra premura risponderti in tempi brevi
Effettua una
donazione a sostegno
delle nostre attivita
ALOMAR ONLUS c/o ASST Pini-CTO
Piazza Cardinal Ferrari, 1 - 20122 Milano
C/C POSTALE Num: 52688207
Codice IBAN
IT 86 J030 6909 6061 0000 0113901

Dona il 5x1000 alla ricerca sulle malattie reumatiche
Codice fiscale 97047230152

Facciamo il punto su malattie reumatologiche e Coronavirus con SIR

Condividiamo un nuovo comunicato da parte della SIR – Società Italiana di Reumatologia circa l'emergenza Coronavirus

Come devono comportarsi le persone che vivono con una patologia reumatologica a fronte dell'emergenza Coronavirus?

1. I pazienti #reumatologici devono continuare a seguire le indicazioni terapeutiche prescritte dallo specialista e, come sempre, segnalare ogni minimo sintomo di infezione al proprio medico

2. Al momento non servono precauzioni speciali se non quelle che le autorità sanitarie stanno emanando e che potete trovare qui: 
http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioOpuscoliNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=433

3. Ecco il nuovo comunicato del Dott. Luigi Sinigaglia, Presidente SIR – Società Italiana di Reumatologia:

'Nel ribadire che le misure di igiene e di protezione sanitaria messe in atto nel nostro Paese sono state e continuano ad essere di altissimo livello e intensità, la Società Italiana di Reumatologia tiene a sottolineare che al momento non servono precauzioni speciali se non quelle che le autorità sanitarie stanno emanando.    
In particolare non vi sono elementi a favore di una attenuazione o di incaute sospensioni di terapia nei nostri pazienti, certi come siamo del fatto che uno dei principali predittori di infezioni nelle malattie infiammatorie croniche di pertinenza reumatologica, è l’attività di malattia piuttosto che la terapia seguita dal paziente.
Nel sostenere quindi fermamente che anche oggi ogni paziente reumatologico deve considerare il rischio di infezione così come sempre gli è stato comunicato dal reumatologo di fiducia, evitando la somministrazione di farmaci attivi sul sistema immunitario solo quando siano presenti sintomi particolari, soprattutto la febbre, crediamo debba essere fatto ogni sforzo per non diffondere sensazioni di panico attualmente del tutto ingiustificate.'

 
Cliccando al seguente link potete consultare direttamente il sito SIR: https://www.reumatologia.it/cmsx.asp?IDPg=1072


TI POTREBBE INTERESSARE



ARCHIVIO ARTICOLI

LA NOSTRA RIVISTA

Scarica i numeri precedenti

MAX PISU

IL NOSTRO TESTIMONIAL
×

Hai una
domanda per noi?
Scrivici!