Farmaci ospedalieri ad uso domiciliare

Hai una domanda per noi?

Compila il form, sarà nostra premura rispondere in tempi brevi

Hai una domanda per noi?

Compila il form sara nostra premura risponderti in tempi brevi
Effettua una
donazione a sostegno
delle nostre attivita
ALOMAR ONLUS c/o ASST Pini-CTO
Piazza Cardinal Ferrari, 1 - 20122 Milano
C/C POSTALE Num: 52688207
Codice IBAN
IT 86 J030 6909 6061 0000 0113901

Dona il 5x1000 alla ricerca sulle malattie reumatiche
Codice fiscale 97047230152

Farmaci ospedalieri ad uso domiciliare

Come richiedere la consegna a domicilio di farmaci in fascia H (distribuzione ospedaliera) a causa dell'emergenza da Covid-19

Al fine di limitare l’accesso alle strutture sanitarie dei pazienti, in particolare per i pazienti più fragili e per coloro che sono impossibilitati a raggiungere l'Ospedale, il Dipartimento Farmaceutico ATS Milano si è attivato per offrire differenti modalità erogative e per supportare gli erogatori nella pianificazione differenti modalità erogative, distinguendo in prima battuta tre percorsi:
 
1) pazienti residenti (ed effettivamente domiciliati) fuori regione e impossibilitati per ragioni oggettive a raggiungere l'ospedale lombardo
Per questi specifici casi, il Dipartimento Farmaceutico ATS sta coadiuvando una logistica di distribuzione paziente-centrica attivando la rete ospedaliera di prossimità del paziente.
Il ruolo svolto mira al supporto dell'attività erogativa, garantendo che la regia clinica resti in capo alle strutture sanitarie. Il percorso prevede la coordinazione, mediata dall'attività ATS, tra la struttura erogatrice lombarda e quella in prossimità del paziente. Il processo si conclude con il contatto del paziente da parte della struttura extra-regionale per l'erogazione del farmaco.
 
2) pazienti domiciliati in Lombardia e impossibilitati per ragioni oggettive a raggiungere l'ospedale sito sul territorio di ATS Milano
Per questa fattispecie di pazienti, l’attività di supporto consiste nel programmare, con l’aiuto di un vettore, il ritiro dei farmaci presso le farmacie ospedaliere e la relativa consegna presso il domicilio dei pazienti.
Gli ospedali del territorio (pubblici e privati accreditati) forniscono l'elenco dettagliato e vagliato dai clinici dei pazienti fragili per i quali risulta necessario attivare la distribuzione domiciliare. I farmacisti di ATS hanno il compito di contattare i pazienti concordando la consegna domiciliare del fabbisogno, in coerenza con i tempi di predisposizione dei farmaci da parte dell’ospedale e quelli di ritiro da parte del vettore.
 
3) pazienti residenti o domiciliati o occasionalmente presenti sul territorio di ATS Milano ed in cura presso Ospedali extralombardi, ai quali è sconsigliato lo spostamento
In questo caso il Dipartimento Farmaceutico di ATS Milano si coordina con i presidi ospedalieri siti nel proprio territorio (compatibilmente con la specialistica di branca) al fine di potere garantire, a quest'ultimo cluster di pazienti, il proseguimento della terapia in atto, senza difficoltosi spostamenti (viene attivata la consegna domiciliare od il ritiro presso l'ospedale di appoggio) e nel pieno rispetto del programma terapeutico già avviato e consolidato
 

Per ASST PINI-CTO MILANO:
Per i pazienti reumatici  in terapia presso ASST PINI-CTO Gaetano Pini: è  necessario che la comunicazione  arrivi alla mail del Responsabile della Farmacia, Dott. Mainardi (EnnioAlessio.Mainardi@asst-pini-cto.it) e a quella del Dott. Davide Berra (davide.berra@asst-pini-cto.it).
Sarà loro compito coordinarsi con i colleghi di ATS per attivare la consegna domiciliare della terapia.
 

È fondamentale che nella mail siano specificati:

  1. Generalità, residenza, contatto telefonico del paziente
  2. Medico reumatologo che segue il paziente
  3. Data di consegna prevista della terapia

Per appronfondire: https://www.ats-milano.it/portale/EMERGENZA-CORONAVIRUS/ANDARE-IN-FARMACIA 
 


TI POTREBBE INTERESSARE



ARCHIVIO ARTICOLI

LA NOSTRA RIVISTA

Scarica i numeri precedenti

MAX PISU

IL NOSTRO TESTIMONIAL
×

Hai una
domanda per noi?
Scrivici!