Artrite reumatoide: i farmaci biotecnologici tutelano la capacità lavorativa

Hai una domanda per noi?

Compila il form, sarà nostra premura rispondere in tempi brevi

Hai una domanda per noi?

Compila il form sara nostra premura risponderti in tempi brevi
Effettua una
donazione a sostegno
delle nostre attivita
ALOMAR ONLUS c/o ASST Pini-CTO
Piazza Cardinal Ferrari, 1 - 20122 Milano
C/C POSTALE Num: 52688207
Codice IBAN
IT 86 J030 6909 6061 0000 0113901

Dona il 5x1000 alla ricerca sulle malattie reumatiche
Codice fiscale 97047230152

Artrite reumatoide: i farmaci biotecnologici tutelano la capacità lavorativa

Un nuovo studio a cura dell'Unità di Reumatologia di ASST Pini-CTO di Milano

Segnaliamo un nuovo studio, a firma della Dott.ssa Maria Manara, Reumatologa dell’ASST Pini-CTO, coordinatrice della ricerca, insieme con il Prof. Roberto Caporali, Direttore del Dipartimento di Reumatologia dell'ASST Pini-CTO e altri studiosi, che fotografa un aspetto fondamentale della qualità di vita di chi vive con l'artrite reumatoide, ovvero la capacità lavorativa.

Le terapie con farmaci biotecnologici in pazienti che soffrono di artrite reumatoide si dimostrano infatti, alla luce dello studio condotto, in grado di preservare l'autonomia dei pazienti, garantendo quindi un buon livello di workability – termine che indica la capacità lavorativa della persona –, elemento che gioca un ruolo chiave nella qualità di vita e che rappresenta anche un 'guadagno' importante in termini di costi sociali per la collettività.

Scopriamo le caratteristiche dello studio cliccando qui.
L'articolo scientifico pubblicato in lingua inglese sulla rivista PubMed è consultabile cliccando qui.


TI POTREBBE INTERESSARE



ARCHIVIO ARTICOLI

LA NOSTRA RIVISTA

Scarica i numeri precedenti

MAX PISU

IL NOSTRO TESTIMONIAL
×

Hai una
domanda per noi?
Scrivici!